X
(+39) 035.386.453 info@ecocafe.it

Sagra del Taleggio: gastronomia tra tradizione e innovazione

Grandi numeri per la Sagra del Taleggio di Peghera, che con la sua decima edizione si conferma una sagra amata e capace di attrarre persone da tutte le aree limitrofe e non solo. Un sole splendente ha inaugurato la festa, illuminando i bellissimi paesaggi che fanno da cornice alla frazione, mentre i numerosi visitatori iniziavano a affollare le strade richiamati dalle bontà locali.

La mattina, le dimostrazioni casearie hanno messo all’opera gli ospiti di Peghera, seguite dall’arrivo di Andrea Mainardi, che con la sua simpatia travolgente si è dimostrato anche quest’anno un immancabile protagonista. Il noto chef, assiduo frequentatore dell’area fin dall’infanzia, ha ceduto lo scettro di cuoco ai presenti, mettendoli ai fornelli a colpi di sapori e ricette sorprendenti.

Durante il pranzo, i punti ristorazione e ristoranti convenzionati hanno dato il meglio di sé, con piatti golosissimi a base di ravioli al taleggio, taglieri di salumi locali, polenta taragna e molto altro, in un via vai di profumi  deliziosi, dove l’imbarazzo della scelta ha regnato sovrano, mettendo a dura prova le decisioni dei commensali. Tra le attività aderenti, l’azienda agricola Fara, il Bar ristorante Sciovia, Palazz dol Miro, l’Albergo ristorante liberty e la Casa Arrigoni con apposite degustazioni hanno dimostrato come il successo di una festa passi anche per l’adesione delle realtà e enti del territorio.

Nonostante il temporale del primo pomeriggio, i numeri parlano chiaro: più di 4 mila persone hanno calpestato le strade della frazione, dilettandosi tra esplosivi show cooking, gastronomia a non finire e intrattenimento.

Molti si sono uniti alle visite guidate alla scoperta delle bellezze del territorio, come la Pala di San Giacomo di Palma il Vecchio o le visite ai luoghi della caseificazione.

Grande trepidazione anche per l’arrivo di Carlo Beltrami, noto volto della pasticceria televisiva, che dopo aver vinto Bake Off Italia durante la scorsa edizione, ha accettato l’invito degli organizzatori a partecipare alla manifestazione destreggiandosi con un dessert davvero particolare: un dolce al taleggio e cioccolato su un crumble sormontato da una composta di pere e miele. 1.500 le monoporzioni distribuite dal pasticcere, apprezzatissime nella  loro capacità di esaltare il sapore della tradizione attraverso accostamenti inusuali.

Cifre straordinarie anche per L’Eco café: più di seicento i caffè firmati Poli Torrefazione serviti presso lo stand, con uno staff pronto a dare il benvenuto ai presenti con il giornale di piazza, le cartoline e i giochi storici di Dindoca. Molte le sfide tra i bimbi al fachiro e il gioco del 15, amatissimi e immancabili, ma anche molti gli appassionati della bellezza delle montagne che si sono avvicinati alla rivista Orobie, per ricevere copie omaggio e informarsi circa l’offerta abbonamenti. Naturalmente, non sono mancati i nostri neo-abbonati a L’Eco di Bergamo, che insieme all’abbonamento hanno ricevuto i graditissimi pass per Movieland the Hollywood Park e Caneva AquaPark.

E mentre il sole tornava a splendere su Peghera, i presenti sono stati accompagnati verso il crepuscolo dalle musiche del gruppo Aghi di Pino e dj set, che hanno avviato l’evento a una radiosa conclusione.

Tags: